Kefalonia info.com. Tutto su Kefalonia

Cefalonia Storia

I TERREMOTI DEL 1953

I terremoti destruttivi che colpirono le isole ionie nel 1953 ebbero una durata di circa due mesi; Agosto e Settembre (i piú piccoli dopo-terremoti ebbero una durata di piú di 6 mesi). Il risultato fu la piena destruzione di Cefalonia, Itaca e Zante. La destruzione di Zante fu compiuta da un grande incendio.
La Grecia in questi tempi si trovava in un’ etá difficile (guerra, occupazione- guerra civile) e in uno dei primi tentativi di restaurazione. Il Primo terremoto aveva Itaca come epicentro il 9 Agosto. Seguirono dopo- terremoti forti per tre giorni che attivarono sismicamente tutta la Grecia occidentale e allora avenne il terremoto massimo (piú di 7 gradi della scala Richter) il 12 Agosto. Questa volta l’epicentro fu Cefalonia. Questi terremoti sono i piu destruttivi che ci furono mai stati in Grecia a piú di 470 morti e mancanti e 2500 feriti. Questa sequenza sismica di due mesi fu compiuta da due terremoti a Lixouri (Ottobre) e Itaca (Novembre) ma non fu rimasto niente siccome tutto fu giá stato destrutto dai terremoti precedenti.
In Cefalonia ci furono piú piccoli dani alla parte settentrionale dell’ isola , alle regioni di Erissos e Fiscardo dove alcunne ville tradizionali resistarono la mania destruttiva dei piú di 300 terremoti e dopo- terremoti che avvenero fino alla primavera del prossimo anno e adesso sono tra le pocchissime costruzioni tradizionali preservate nell’ isola.

La contribuzione internazionale offerta da molti paesi all’ isola fu molto importante sia durante i primi mesi con la offerta di pronto soccorso sia al tentativo degli abitanti di restaurare la loro vita per gli prossimi anni. Infatti in questo tentativo lo stato greco era assente a causa della sua incapacitá di creare le condizioni che avrebbero fatto i locali restare al loro luogo. Cosí Cefalonia a causa dell emigrazione che seguí i terremoti, si privó d’ importante- forse importantissimo creativo potenziale- parte del suo popolo.

CEFALONIA STORIA - I TERREMOTI DEL 1953